INCI..questo sconosciuto

Ciao a tutti! Noi amanti del mondo del make up, spesso nella fase dell’acquisto ci imbattiamo in prodotti accattivanti che ci fanno brillare gli occhi, ma a quante di noi è capitato di leggere sull’etichetta di quegli stessi prodotti un lungo elenco di ingredienti, il più delle volte completamente indecifrabile? Entriamo così nel mondo affascinante dell’INCI, dove per INCI si intende la lista completa degli ingredienti di cui è composto un prodotto cosmetico.Per riuscire a riconoscere quali siano gli ingredienti dannosi per la salute così come per riuscire a ricordarli tutti a memoria, servirebbe una conoscenza in chimica applicata e certamente i nomi usati per gli ingredienti non aiutano. Una cosa è sicura: nessuno amerebbe spalmare sulla propria pelle elementi quali petrolio e silicone!
Vediamo nel dettaglio:
– derivati del petrolio : paraffin, mineral oil, petrolatum, vaseline e polimeri sintetici
– siliconi : si ricononoscono dal suffisso -one e -xane con la quale termina la parola ( es. dimethicone, cyclopentasiloxane)
– tensioattivi: i cosiddetti elementi che producono schiuma nei detergenti
– coloranti.
Per difenderci da queste sostanze e per permettere al giorno d’oggi, nella cosiddetta era dell’informazione e della comunicazione, acquisti intelligenti e consapevoli , sono nati dei siti web e app che in qualche modo ci aiutano nella comprensione di tali ingredienti, sul loro essere più o meno nocivi e che ci danno anche informazioni sulla loro compatibilità col nostro tipo di pelle.
Tra questi vi segnalo:
biodizionario.it : inserendo gli elementi da analizzare nel motore di ricerca del sito vengono fornite valide spiegazioni da un punto di vista scientifico
Biotiful : permette un’attenta analisi dell’INCI attraverso una ricerca diretta del prodotto che si ha intenzione di acquistare ma anche fotografando il codice a barre del prodotto stesso (detto tra noi :che figata é?!?!?).
Entrambi sono in lingua italiana e di facile consultazione.
Tutta questa ramanzina (come sicuramente qualcuno potrà definirla) è per permettervi di fare scelte consapevoli negli acquisti: di marche costose e non ,ma anche conosciute e non.
Non sempre un prodotto di marca è sinonimo di garanzia, non può e non deve essere questo il nostro metodo comparativo. Così come non può esserlo il prezzo: no a cineserie ( passatemi il termine)nella cosmesi. No a prodotti non testati e non sicuri (vedi made in china).
Il futuro della cosmesi può e deve essere BIO.
Ora vi lascio.
Buona ricerca 🙂
Lesia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...